Approvato il nuovo Piano per il Diritto allo Studio!


Il nuovo Piano per il Diritto allo Studio si presenta molto rinnovato e ricco di nuovi spunti e approfondimenti. Tutti i progetti consentono una piena VERTICALITA’ cioè possono svilupparsi dalla scuola per l’infanzia fino alla secondaria di primo grado.

Ho voluto rinnovare il patto di reciprocità con le scuole, perché vorrei che la condivisione e gli impegni presi attraverso questo piano costituiscano un “faro” per il prossimo anno, una “guida” utile per entrambi, Amministrazione e Istituti Scolastici, insieme.

DISABILITA’

Il tema della disabilità e dell’inclusione sociale è stato approfondito ed ampliato.

L’assistenza educativa è un capitolo tra i più costosi per un Comune e quest’anno ha visto un notevole incremento di risorse economiche a fronte delle numerose certificazioni pervenute. Per questo ho voluto inserire una breve riflessione tratta dal libro “Nessuno escluso – affrontare la complessità a scuola con strategie inclusive” relativamente alla didattica inclusiva perché vorrei condividere con le scuole e gli operatori questo approccio e vorrei che diventasse una consuetudine.

Inoltre, vista l’efficacia del progetto multidisciplinare “tutti per uno” e visto l’elevato numero di bambini con Bisogni Educativi Speciali, ho chiesto che si estendesse questo progetto a entrambi gli Istituti Comprensivi. Per questo progetto l’Amministrazione offre un sostegno economico per gli educatori coinvolti.

PREVENZIONE

L’assoluta novità di questo Piano Diritto allo Studio è l’attenzione alla prevenzione. A questo proposito ci tengo ad illustrare alcuni progetti già in una fase avanzata di definizione come ad esempio:

lo Sportello psicologico per il quale abbiamo individuato progetto e risorse economiche. Un presidio necessario. Lo sanno bene i genitori alle prese con crisi adolescenziali particolarmente difficili e spesso sprovvisti di adeguati strumenti per fronteggiare questo tipo di situazioni.

L’altro progetto importante è relativo alla Formazione per il Primo soccorso ai docenti per il quale abbiamo individuato l’operatore, AVPS, con il quale abbiamo in essere altre collaborazioni riuscite.

Prevenzione dei disturbi alimentari. Su questo progetto abbiamo consolidato una collaborazione con gli operatori dell’UONPIA di Usmate. Credo che un’osservazione più attenta dei comportamenti alimentari durante il momento del pasto potrebbe essere un prezioso aiuto alle famiglie per farsi indirizzare molto precocemente, prima che la problematica si consolidi e diventi più difficilmente aggredibile.

Rispetto al problema dell’abuso di alcool e droghe – abbiamo preso contatti con organizzazioni esperte del settore e previsto risorse economiche a riguardo. Il fine sarà sensibilizzare i genitori e i ragazzi al tema delle nuove e vecchie dipendenze.

Il contrasto alla violenza di genere sarà sviluppato in collaborazione con il futuro Centro Antiviolenza del territorio la cui apertura ci auguriamo sia per il 2018.

Oggi sono molte le preoccupazioni che noi adulti - genitori, insegnanti, educatori - abbiamo rispetto all’uso della tecnologia, dei giochi on line, delle chat. I nostri figli sono “nativi digitali”, vivono da sempre con apparecchi elettronici tra le mani ma questo non li esime dai rischi connessi all’uso “non consapevole” della tecnologia senza contare il rischio concreto di alienarsi dalle relazioni personali, umane e reali e avvilire quindi il rapporto con l’altro. Anche su questa tematica in accordo con i Dirigenti Scolastici che hanno convenuto con me in merito alla preoccupante diffusione del fenomeno verranno promosse azioni di formazione e prevenzione rivolte sia agli adulti sia ai ragazzi.

INNOVAZIONE PEDAGOGICA

Questa amministrazione ha sostenuto da sempre l’innovazione in ambito pedagogico, credendo molto nella sperimentazione e nella ricerca di nuovi stimoli. Abbiamo assicurato l’acquisto degli arredi alle sezioni “Montessori” presso la scuola primaria Don Milani e gli arredi alle due sezioni “Scuola senza zaino“ che partiranno a settembre presso la scuola primaria Ungaretti.

PARTECIPAZIONE

Un altro esteso capitolo è relativo all’educazione civica definita da quest’anno: educazione alla cittadinanza e partecipazione con nuovi impulsi e progettualità per avvicinare sempre di più i nostri ragazzi alla vita politica della città e al senso del bene comune, al tema della legalità.

Moltissime azioni sono state già svolte mentre altre sono in via di sviluppo.

L’ambizione è quella di coinvolgere direttamente i ragazzi su alcune questioni che sono più vicine alla loro vita e aggiungere quindi “valore” al loro punto di vista. Per questo si vuole dare vita al Consiglio dei Bambini, un modo per raccogliere nuove idee e opinioni direttamente dai ragazzi e sottoporle all’attenzione dell’Amministrazione.

Verranno inoltre coinvolte alcune associazioni in occasione delle celebrazioni storiche nella nostra città e si approfondiranno la vita e le azioni dei nostri concittadini più meritevoli, organizzeremo la giornata dei nonni.

Altre forme di partecipazione e cooperazione che l’amministrazione ha voluto sostenere sono relative alle giornate del decoro, Municipium e rete delle associazioni che i nostri ragazzi e molti di voi già conoscono e apprezzano.

Il coinvolgimento dei cittadini e la cooperazione sono i pilastri fondamentali per rinsaldare la fiducia nelle istituzioni e il progetto comune di una città vivibile, a misura di ognuno e costruita con l’apporto di tutti.

AMBIENTE E MOBILITA’ SOSTENIBILE

E’ stato dato ampio spazio alla valorizzazione del nostro territorio una ricchezza da vivere, far conoscere ai nostri ragazzi, rispettare e promuovere.

Ci siamo ispirati al libro e al paradigma teorico di Francesco Tonucci, ricercatore del Consiglio Nazionale della Ricerca, “La città dei bambini” quale modello di città sostenibile, vivibile e soprattutto “possibile”. Questo modello prevede che la città sia restituita alle persone che la vivono spodestando le auto dal loro primato assoluto. Una città dove sia possibile recarsi in piena sicurezza, a scuola, dal medico, a fare la spesa, semplicemente a piedi o in bicicletta.

Abbiamo pensato di utilizzare i nostri bellissimi Parchi come estensioni delle classi. Le bellezze naturali come libri da sfogliare. La natura si trasforma in un laboratorio a cielo aperto dove osservare, capire, sperimentare.

SPORT

Lo Sport merita un discorso a parte. Crediamo molto nel valore dell’attività sportiva non solo in termini di benessere psico fisico ma anche in termini di “palestra di vita”. Sul campo i bambini imparano a rispettare l’altro, imparano a sopportare la fatica e lo sforzo, sperimentano e accettano la sconfitta, la frustrazione di non avercela fatta. Non dimentichiamo l’importanza del “terzo tempo”, luogo di riconciliazioni e strette di mano. Per questo stiamo riflettendo insieme a tutti gli assessorati per rilanciare questa grande opportunità di crescita.

Il nuovo progetto che prevede l’introduzione della “carta sportiva dello studente”, vedrà il coinvolgimento delle associazioni disponibili e avvicinerà i ragazzi anche agli sport minori attraverso una giornata di lezione/prova agli studenti di Vimercate.

CULTURA

Sull’area CULTURA mi soffermo solo sulle novità. Il progetto “1000 biglietti per le scuole di Vimercate” che prevede la partecipazione delle classi a spettacoli rappresentati nei principali teatri milanesi: Teatro alla Scala, Piccolo Teatro, Teatro Arcimboldi solo per fare degli esempi. Sarà promosso e incrementato l’allestimento di mostre quale momento di incontro tra produzione e rappresentazione anche da parte degli studenti stessi. Il MUST quale luogo di esposizione e a disposizione delle scuole per esaltare le produzioni degli ragazzi. Ad esempio la mostra “Che classe” prevista per settembre, organizzata dall’IC Manzoni ne è un esempio. I laboratori il prossimo anno saranno estesi e più coinvolgenti, perché funzionano. Il tema ispiratore sarà una mostra sull “arte mondiale” in tutte le sue forme e caratterizzata da grandi nomi quali Picasso, Fontana e cosi via.

Saranno particolarmente caldeggiati gli incontri con gli autori in occasione di presentazione di libri e sarà incrementata la consulenza bibliografica a insegnanti e operatori per ricerche specifiche o argomenti di particolare interesse.

REFEZIONE SCOLASTICA

Abbiamo creduto in un progetto riguardante la Refezione Scolastica che ci permette di abbandonare definitamente il cartaceo a favore di modalità digitali più agevoli e affidabili. Questo progetto è un progetto pilota, avviato da ATS (ex ASL), che vede coinvolti solo Vimercate e Arcore e che poi verrà esteso a tutti i comuni dell’Ambito.

Survey Monkey è un app che consentirà di tener sotto controllo gli scarti alimentari e permetterà un’analisi completa dei dati rilevati - ma soprattutto consentirà una lettura reale delle rilevazioni effettuate dai genitori della commissione mensa.

Questo consentirà un monitoraggio preciso sulla qualità e quantità del cibo consumato. Si abbandonerà il cartaceo e la farraginosità legata allo stesso.

CONCLUSIONI

Concludo ricordando gli importanti lavori di manutenzione (149.880 € ordinarie, 838.500 € straordinarie) che hanno visto coinvolte tutte le nostre scuole. Le imbiancature, la sostituzione degli infissi, il rifacimento dei pavimenti e tanti altri lavori che non hanno bisogno di commenti per capirne l’importanza e la necessità.

Tra i tanti interventi straordinari sulle scuole attualmente in corso, mi preme sottolineare ad esempio l’intervento di tinteggiatura completa presso la scuola Ada Negri - con una spesa prevista di 85.000 euro. Era dal 1999 che non si procedeva alla tinteggiatura in questo stabile.

Tutto questo è stato reso possibile con l’apporto di quanto emerso dai due tavoli che ho istituito Istruzione/cultura, Istruzione/ecologia e dai numerosi confronti con i Dirigenti Scolastici e i nostri Tecnici che qui pubblicamente ringrazio. Ringrazio in questa sede anche gli Uffici e gli operatori amministrativi che hanno saputo rispondere con professionalità alle numerose novità proposte.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio