Eco Sagra della Patata di Oreno 2017: GRANDE SUCCESSO DEI NUOVI ECOPOINT!

“Io sono me più il mio ambiente e se non preservo quest’ultimo non preservo me stesso”. La citazione è di José Ortega y Gasset (1883-1955), il maggior filosofo spagnolo del secolo scorso. Esorta l’uomo ad avere cura dell’ambiente, lo spazio che lo avvolge come una seconda pelle e che negli ultimi anni troppo spesso, anziché preservata, è stata espulsa come fa il serpente durante la muta.


Questo l'acuto pensiero che campeggiava a mo’ di monito sui pannelli dei cinque ecopoint allestiti per la prima volta a Oreno in occasione dell’Eco Sagra della Patata. L'Amministrazione Comunale lo ha scelto per sensibilizzare i visitatori su quei piccoli gesti, come la raccolta differenziata, che se eseguiti correttamente contribuiscono a restituire e conservare un ambiente “naturalmente” più ricco, consentendo la riproducibilità di materiali preziosi quali carta, plastica, lattine, vetro, scarti alimentari.


Anche l’utilizzo di stoviglie compostabili (prodotte con materiali completamente naturali), come da nuovo Regolamento Eco Feste approvato in Consiglio Comunale il 29.11.2016, va in questa direzione. I visitatori della sagra le hanno accolte molto favorevolmente e si sono cimentati, dopo aver assaporato gnocchi, patatine, salamelle e bevande, con piacere e non poca sorpresa a conferirle nell'umido.


I volontari agli ecopoint hanno colto l’occasione per informare sui vantaggi derivanti dalla corretta differenziazione: riduzione della produzione di secco, valorizzazione dei materiali differenziati, minor ricorso ai derivati del petrolio ecc.


Un ringraziamento va ai volontari che hanno creduto e hanno investito passione ed energie nella sfida degli ecopoint. Una ventina le persone che si sono avvicendate, coprendo più di 70 ore di presenze in ognuno dei 5 ecopoint. Il loro impegno è stato premiato e ripagato dalla soddisfazione e dall'apprezzamento manifestati dai visitatori con i quali si sono intrattenuti.


Assistere allo spettacolo dei sacchi ordinatamente esposti secondo le singole frazioni alla chiusura serale dell'ecopoint e constatare che la produzione di secco era quasi inesistente… non ha prezzo!


Post in evidenza
Post recenti
Archivio