Accade in Consiglio Comunale...il 19 dicembre.


Nel Consiglio Comunale del 19 dicembre sono stati presentati i seguenti punti all'O.d.G.:

- ANALISI ASSETTO COMPLESSIVO SOCIETÀ POSSEDUTE ART.20 D. LGS. 19 AGOSTO 2016 N. 175, COME MODIFICATO DAL D. LGS. 16 GIUGNO 2017 N. 100


La delibera tratta l'assetto delle società partecipate dal Comune e chiede al Consiglio Comunale di approvare il documento di analisi e il piano di razionalizzazione. L'intenzione del legislatore è quella di procedere ad una ricognizione dalle società in cui l'ente partecipa e di conseguenza andare a valutare i parametri per stabilire se ci siano delle quote da dismettere oppure no.

La situazione delle società partecipate del nostro Comune, CEM Ambiente S.p.A., CIED (in liquidazione da alcuni anni e non più operativa) e Brianza Acque, è stabile da alcuni anni. La delibera propone di non dismetterne nessuna quota. Il Consiglio Comunale approva con 10 voti favorevoli e 2 astenuti.

- ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI FRIGERIO, MASCIA, NICOLUSSI E ALLEVI AVENTE AD OGGETTO: "RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA DI VIA DEGLI ATLETI - CENTRO SPORTIVO MULTIDISCIPLINARE"

Per questo punto si procede con un'unica discussione che comprende anche l'O.d.G. della maggioranza avente ad oggetto: "PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA SPORTIVA DI VIA DEGLI ATLETI E DELL'IMPIANTO NATATORIO".


L’1 agosto 2018 il Consiglio Comunale ha approvato un O.d.G. che impegnava il Sindaco e la Giunta a predisporre nel più breve tempo possibile un nuovo bando di riqualificazione e gestione dell'Area Sportiva di via Degli Atleti, e in particolare dell'Impianto Natatorio, che consentisse alla città di disporre di un impianto funzionante, moderno e adeguato alle esigenze del territorio.

La strada intrapresa ha generato la delibera 161 del 27 agosto 2018 nella quale sono contenuti i criteri e gli obiettivi per la riqualificazione dell'Area, a cui si sono attenuti gli operatori che hanno elaborato i progetti (precisamente 7) presentati in una serata pubblica, il 26 novembre 2018, nell'auditorium della Biblioteca.

La richiesta dei proponenti di minoranza di inserire come condizione di progetto la realizzazione di un palazzetto dello sport nell'Area rischierebbe di rallentare i tempi di riapertura della piscina, vanificando tre mesi di lavoro. La maggioranza, pertanto, esorta a tenere separati il progetto del Palazzetto dello Sport da quello del centro Natatorio, dal momento che l'accordo stipulato con la Provincia per il palazzetto resta valido e proseguono le ricerche di strumenti finanziari, anche attraverso strade istituzionali con Regione e Governo, non lasciando niente di intentato.

Nell'Ordine del Giorno della maggioranza si propone inoltre di preservare la piscina esterna da 50 m e procedere rapidamente alla selezione del proponente del progetto per ottenere la riapertura del centro nel più breve tempo possibile. Si impegna inoltre il Sindaco ad ampliare la partecipazione con piena apertura verso tutti i portatori di interesse, affinché le esigenze di utilizzo da valutare siano condivise non solo con associazioni costituite e consulta, ma anche con i cittadini che utilizzano con accesso libero l'impianto, senza caricare sulla consulta la definizione del modello gestionale, che sarà definito di conseguenza dall'Amministrazione.


L'Ordine del Giorno della minoranza viene respinto, mentre quello della maggioranza viene approvato con 8 voti favorevoli e 4 contrari.


- ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA AVENTE AD OGGETTO: " PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA SOPPRESSIONE DELLA LINEA FERROVIARIA SEREGNO-CARNATE E AI TAGLI DI CORSE SULLE ALTRE LINEE"

Sono circa 400 gli utenti della linea Seregno-Carnate che stanno vivendo grossi disagi legati alla soppressione della tratta, con un servizio di bus sostitutivi e un numero di corse ridotto. La linea è stata soppressa lo scorso 23 ottobre per urgenti interventi di manutenzione straordinaria su alcuni treni appartenenti alla flotta più vetusta. L’interruzione del servizio è avvenuta dopo una comunicazione diramata da Trenord la sera prima della soppressione. Inizialmente la sospensione sarebbe dovuta durare una settimana. È stata prorogata invece di settimana in settimana.

Con l’entrata in vigore dell’orario invernale, il 9 dicembre, la linea è stata cancellata per altri sei mesi. L’orario invernale prevede ulteriori tagli che coinvolgono ben 6.800 viaggiatori su 157 corse che scompaiono per essere sostituite solo in parte da bus. Nel dettaglio sono 18 le direttrici interessate. Su 12 di queste sono stati introdotti bus sostitutivi. Nell'O.d.G. esprimiamo contrarietà per i tagli e solidarietà ai pendolari e chiediamo di inviare copia dell’atto al Presidente di Regione Lombardia e all'Assessore Terzi, nonché al Presidente della Provincia di Monza e Brianza. Copia dell’O.d.G. va anche ai Sindaci e ai Presidenti dei Consigli Comunali dei Comuni della nostra Provincia. Direttamente o indirettamente questi tagli toccano tutti perché sono di rilevanza regionale e hanno un impatto significativo sul trasporto pubblico dal punto di vista sia operativo sia finanziario sia ambientale.

L'Ordine del Giorno viene approvato con 10 voti favorevoli e 2 astenuti.

Vi ricordiamo che i Consigli Comunali di Vimercate sono trasmessi in streaming e le registrazioni video sono visibili sul sito del Comune nella sezione Amministrazione - Consiglio Comunale.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio