Accade in Consiglio il 29/01/2020: piscina e videosorveglianza


"RIDETERMINAZIONE DELLE COMMISSIONI CONSILIARI"


In conseguenza della costituzione del nuovo gruppo consiliare "Azione" formato dai consiglieri Mascia e Nicolussi, entrambi commissari presso la commissione II territorio, è stata necessaria la rideterminazione dei commissari affinché il rappresentante unico del PD, Vittoria Gaudio, potesse rappresentare il suo gruppo in tale commissione. Il consigliere Nicolussi lascia che sia la collega Mascia a rappresentare nella commissione territorio il gruppo "Azione".


"PROJECT FINANCING AI SENSI DELL'ARTICOLO 183 COMMA 15 DEL D.L.GS. 50/2016 E SS.MM.II. PER LA CONCESSIONE DELLA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE RELATIVE ALLA PISCINA COMUNALE DI VIMERCATE E GESTIONE APPROVAZIONE E DICHIARAZIONE DI FATTIBILITA' E DI PUBBLICO INTERESSE DELLA PROPOSTA PRESENTATA."


Con l' avviso esplorativo che l'Amministrazione Comunale ha pubblicato il 29 Agosto 2018 si è dato avvio ad un percorso che aveva la finalità di verificare l'esistenza di operatori qualificati, interessati a formulare una proposta, attraverso l'utilizzo dello strumento di Partenariato Pubblico Privato, per la riqualificazione e gestione delle aree relative alla piscina comunale.

Dopo aver ricevuto sette proposte di riqualificazione, 6 delle quali presentate a tutti i cittadini nell'auditorium della biblioteca, si è proceduto ad una analisi delle proposte e, attraverso tre criteri, è stato selezionato il proponente e il progetto pilota che costituirà la base minima progettuale per il futuro bando di gara col quale verranno aggiudicati i lavori di riqualificazione.

I criteri con cui sono state analizzate le proposte che hanno recepito i punti qualificanti indicati dall'Amministrazione sono tre:


- La Classificazione degli aspetti Procedurali/finanziari.

La proposta di "Finanza di progetto" senza contributo consiste in una operazione di project financing, che garantisce la sostenibilità dell’operazione con la sola gestione dell'impianto dato in concessione al privato. Non è richiesto alcun contributo pubblico in quanto sono previsti investimenti sostenibili che la gestione degli spazi acqua e fuori acqua sono sufficienti a sostenere. Ciò significa che non ha impatto economico sul bilancio dell'ente, né sulla parte corrente né sulla parte capitale. Un aspetto, questo, che non poteva essere sottovalutato. Il piano economico finanziario allegato è stato asseverato, cioè professionisti, competenti, terzi, quindi non del Comune, hanno certificato la sostenibilità economica della proposta.


- La Classificazione secondo l’aspetto Edilizio – Strutturale.

La ristrutturazione funzionale dell’esistente struttura era in linea con la riattivazione del servizio sportivo nel più breve tempo possibile, e costituiva la soluzione che contemplava tempi più rapidi rispetto alla riattivazione del servizio stesso. E' stata eseguita un'approfondita verifica sulle condizioni architettoniche e sulla tenuta dell' impianto che ha confermato di poter comunque sviluppare, all'interno delle strutture riqualificate gli obiettivi prefissati dall'Amministrazione. La riqualificazione dell'esistente permette di evitare inutili demolizioni con conseguenti onerose ricostruzioni, smaltimenti e consumo di nuovo suolo. L'Amministrazione aveva inserito, inoltre, nell'avviso esplorativo la richiesta che nello sviluppo del progetto pilota il soggetto promotore dovesse garantire un'alta efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Dettagli non trascurabili.


- La classificazione secondo gli aspetti della proposta Ludico-Sportiva. Limitatamente alle attività legate all'area acquatica, l’offerta di attività presentata soddisfa completamente gli obbiettivi prestabiliti nello schema del programma della federazione italiana nuoto e comprende il recepimento della proposta, avanzata dai cittadini, di mantenere all'esterno la vasca da 50 metri. Le attività organizzate proposte dall'operatore selezionato possono essere raggruppate in cinque macro aree:


Area Nuoto, che prevede attività finalizzate all'apprendimento ed al miglioramento delle tecniche di locomozione acquatica.

In questa categoria sono compresi attività per 0-3 anni inseribili grazie all'installazione di una terza vasca dedicata nella zona interna, Prescolari 3-6 anni, Bambini e Ragazzi 6-14 anni, Teenager 14-18 anni, Adulti dai 18 anni, Terza e Quarta età, Preagonismo, Agonismo e Master.


Area Fitness, che prevede attività finalizzate al miglioramento della condizione fisica attraverso esercizi ginnici adatti all'ambiente acquatico. Quest'area comprende Ginnastica per Gestanti, Ginnastica in acqua, Acqua Gym e Ginnastica con grandi attrezzi.


Area Salute, cioè attività finalizzate al recupero e al mantenimento della migliore condizione fisica possibile a seguito di traumi e invalidità temporanee o permanenti. In questa categoria è compresa la Ginnastica Antalgica, Riabilitazione Funzionale, Rieducazione Motoria, Idrokinesiterapia.


Area Ricreativa, con attività finalizzate al benessere e al divertimento senza obiettivi didattici come il Nuoto Libero e le Attività Estive.


Area Formazione, con attività di formazione interna ed esterna come Assistente Bagnanti, Allievi Istruttore, Istruttore Base, Istruttore Specialistico, Convegni, Aggiornamenti Tecnici, Riunioni Informative.


Questo è il contenuto del progetto preliminare che viene messo a bando e rappresenta la definizione del livello minimo cui i partecipanti alla prossima gara dovranno attenersi e sul quale formulare proposte migliorative. Quindi occorre tenere ben presente che quello che è stato approvato è il contenuto minimo, su cui gli operatori interessati dovranno proporre ulteriori servizi e miglioramenti. E' stato un grande lavoro affrontato con impegno per il quale speriamo si possano vedere presto i benefici positivi per la città.


La proposta di Vimercate Futura relativa all'inserimento nel bando di gara di tariffe agevolate per alcune categorie di cittadini in questa fase porrebbe un problema tecnico: il piano economico finanziario dovrebbe nuovamente essere rivalutato e asseverato con allungamento di tempi, azione questa inutile e dannosa. Le eventuali agevolazioni potranno essere contemplate in fase di approvazione del regolamento.

Per quanto riguarda i giorni di utilizzo gratuito dell'impianto da parte del Comune, non ha molto senso vincolare adesso un numero di giornate, lasciando indeterminato l'utilizzo. La piscina non è uno spazio adatto ad uso diverso da quello natatorio, perciò si ritiene più opportuno accogliere nelle offerte la disponibilità a ospitare e organizzare manifestazioni per conto del Comune.

Sull'estensione dell'orario di apertura dell'impianto abbiamo chiarito che la proposta contempla già un'orario minimo di apertura dalle 6.00 alle 24.00 dal lunedì al venerdì, dal 1 settembre al 31 maggio. Le ultime due ore della giornata (22:00/24:00) sono disponibili per affitto dell'impianto.


La delibera viene approvata con i soli voti della maggioranza.


"APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L'UTILIZZO DEGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI VIMERCATE"


Un altro tassello si aggiunge all'attuazione del sistema di video sorveglianza che l'Amministrazione ha intrapreso con impegno. Un percorso che ha trovato la spinta fin dalle linee programmatiche di mandato.



Nel 2018 sono state messe a bilancio le risorse, circa 200.000€, per l'acquisto del primo lotto di fornitura. Il progetto sviluppato sta attualmente completando l'installazione delle telecamere acquistate col primo lotto, che garantiranno una buona copertura della viabilità del centro e buona parte delle frazioni. Buona parte del resto del territorio sarà coperto con la fornitura del secondo lotto che ha impegnato altri 200.000€ circa nel 2019 e che si integrerà con l'infrastruttura del primo appena entrerà in funzione.

Il nuovo regolamento aggiornato prevede la possibilità di utilizzo anche di impianti di videosorveglianza mobili, apparecchiature di rilevazione dei veicoli in transito lungo i varchi di accesso, sistemi di microtelecamere per l’eventuale ripresa di situazioni di criticità per la sicurezza propria e di altri in dotazione ai singoli operatori di Polizia Locale, la possibilità di utilizzo condiviso delle immagini con le forze dell’ordine presenti sul territorio comunale e di partenariato pubblico privato per la realizzazione di singoli punti di videosorveglianza.

Le finalità del regolamento richiamate in modo analitico all'art. 4: incrementare la sicurezza urbana e la sicurezza pubblica; prevenire e reprimere atti delittuosi, attività illecite e episodi di microcriminalità; prevenire e reprimere ogni tipo di illecito, di natura penale o amministrativa, in particolare abbandono o deposito di rifiuti, utilizzo abusivo di aree impiegate come discariche di materiali e di sostanze pericolose e più in generale accertare e sanzionare le violazioni delle norme contenute nei regolamenti comunali vigenti; vigilare sull'integrità, sulla conservazione e sulla tutela dei immobili di proprietà o in gestione dell’Amministrazione Comunale e degli edifici pubblici e prevenire eventuali atti di vandalismo o danneggiamento; tutelare l’ordine, il decoro, e la quiete pubblica; controllare aree specifiche del territorio Comunale; monitorare i flussi del traffico anche al fine della verifica e della calibrazione degli impianti semaforici; attivare uno strumento operativo di supporto alla protezione civile sul territorio comunale; acquisire elementi probatori di violazioni amministrative o penali.

Il regolamento per la disciplina e l'utilizzo degli impianti di videosorveglianza è adeguato alle disposizioni aggiornate in materia, e costituisce un passaggio necessario e propedeutico per aggiungere anche la città di Vimercate ai comuni limitrofi dotati di questi impianti ormai da tempo.

Il provvedimento viene approvato all'unanimità.


"PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA AVENTE AD OGGETTO " CONDANNA DEGLI ATTI VANDALICI PERPETRATI SULLA STRADA CICLOPEDONALE DELLA SANTA"



L'O.d.G. registra il voto favorevole dell'unanimità del Consiglio Comunale e vuole rappresentare un messaggio di condanna da parte di tutte le forze politiche presenti in CC verso questi incresciosi, reiterati episodi vandalici avvenuti negli ultimi tempi lungo la strada della Santa. Roghi, danni alle cancellate e in particolare l'abbattimento di oltre 200 alberi appena piantumati dall'Amministrazione Comunale. Sono atti gravissimi e fuori da qualsiasi liceità.

Le proteste da parte di chi era ed è contrario alla chiusura parziale della strada al transito veicolare sono legittime, ma devono rimanere nei limiti consentiti dalla legge, del senso civico, della civile dialettica, del rispetto reciproco, del confronto civile. Per questo tali atti hanno trovato una condanna unanime e trasversale da parte di tutti, sia da parte di chi si è espresso a favore sia da parte di chi si è espresso contro la chiusura.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio