Accade in Consiglio Comunale il 03/02/2021: riapertura piscina e difesa dei diritti umani.




MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI DI MINORANZA (PROT 48471 DEL 14/12/2020) AVENTE OGGETTO: “RIAPERTURA IMPIANTO NATATORIO VIA DEGLI ATLETI”


ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA (PROT 3716 DEL 28/1/2021) AVENTE OGGETTO: “RIAPERTURA IMPIANTO NATATORIO VIA DEGLI ATLETI”


I due punti all'ODG sono stati affrontati in un’unica discussione.


La mozione dell'opposizione muove da una ormai storica sottovalutazione della complessa situazione della piscina di Vimercate, chiusa nel luglio del 2018 dopo che erano stati effettuati interventi per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi (CPI), ma che avevano lasciato gravi irregolarità negli impianti elettrici, negli impianti di riscaldamento, negli impianti per l’areazione, tanto per citarne alcuni.

Con questa mozione quindi le minoranze strumentalmente riducevano il problema ad una ipotetica spesa irrisoria in confronto alla disponibilità dell’avanzo di bilancio, ignorando che l’ottenimento del CPI non può prescindere dalla normalizzazione degli impianti, e questo richiede di sviluppare un progetto con un percorso non molto più agile di una riqualificazione completa.


La maggioranza, a cui sta a cuore la riapertura nel più breve tempo possibile del servizio natatorio, chiarisce che non ha nessun preconcetto rispetto all'impiego di risorse pubbliche nel percorso di riqualificazione e che l'opzione per un project financing senza investimento pubblico, scelta prima della pandemia, era stata sostenuta da ben due operatori in fase di manifestazione d'interesse e quindi scelta, successivamente, dall’Amministrazione.


La proposta della minoranza, tesa ad eseguire gli interventi minimi, non viene ritenuta realistica perché non garantirebbe un impianto sostenibile per il gestore.


Già dal 2010 era infatti evidente l’urgenza di un intervento di riqualificazione, avviato e miseramente fallito nel 2015. Fra il 2010 e il 2015 sulla piscina non è stato fatto nulla, se non la potatura di alcune piante pericolanti.

Gli unici interventi di manutenzione sugli impianti sono stati eseguiti dalla giunta Sartini nel 2016 e nel 2017, interventi che purtroppo non sono stati sufficienti ad ottenere il rilascio del CPI.


Riteniamo che l'unico modo serio per accelerare la soluzione di questa triste vicenda, che risale al 1998, sia quello di promuovere una manifestazione d'interesse che con un percorso trasparente ricerchi la miglior combinazione di un progetto di riqualificazione e gestione disponibile sul mercato, per restituire in tempi celeri un impianto in grado di offrire un servizio adeguato alla nostra città, senza nessuna preclusione verso l’impiego di soldi pubblici.


La mozione delle minoranze viene respinta, l’O.d.G. della maggioranza approvato.


ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI FRIGERIO, MASCIA, NICOLUSSI E GAUDIO (PROT 3853 DEL 29/1/2021) AVENTE OGGETTO: “DICHIARAZIONI DI ADESIONE ALL’INIZIATIVA “VERITÀ PER GIULIO REGENI” E DI SOLIDARIETÀ ALLO STUDENTE PATRICK GEORGE ZAKI, ARBITRARIAMENTE DETENUTO IN EGITTO”


L’O.d.G. viene commentato solo da alcuni consiglieri di maggioranza che contribuiscono a descrivere la grave situazione di mancato rispetto dei diritti umani e auspicano che le situazioni, vicine e lontane, di palese ingiustizia per le quali si ricerca una verità possano vedere finalmente la luce.

L’O.d.G. viene approvato all’unanimità.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio