240px-Five_Star_Movement.svg.png

Accade in Consiglio Comunale il 30/07/2021: rigenerazione urbanistica area ex IBM



REGOLAMENTO COMUNALE PER L’AFFIDAMENTO DI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E PER LA STIPULA DEI CONTRATTI – APPROVAZIONE


A partire dal codice dei contratti del 2016 fino alle ultime disposizioni del decreto semplificazioni del settembre 2020, la normativa sui contratti di affidamento nella pubblica amministrazione ha subito importanti evoluzioni. Con questa delibera il Consiglio Comunale adotta un nuovo regolamento per l’affidamento di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture e per la stipula dei contratti, declinando nello specifico dell’organizzazione del comune di Vimercate le norme di ordine superiore.

Il regolamento è costituito da 32 articoli e in particolare norma organizzazione interna, definendo ruoli e competenze dei responsabili di servizio, del segretario generale e dell'ufficio contratti, oltre che specificare come attuare quei passaggi fondamentali di trasparenza e concorrenza attraverso indagini di mercato, mantenimento degli elenchi degli operatori economici e rotazione degli operatori.

La delibera viene approvata all’unanimità.


PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA AREA EX IBM, AI SENSI DELL’ART. 11 C. 5-TER DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005, N. 12 – LEGGE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO – APPROVAZIONE


Dopo moltissimi anni di stallo, grazie alla semplificazione introdotta dal nuovo PGT, efficace dal febbraio 2021, l'Amministrazione di Vimercate è riuscita a far ripartire anche l'area ex IBM realizzando le condizioni per l'insediamento di un impianto produttivo all'avanguardia nella produzione del cartone ondulato.

Si tratta di una operazione che ci rende orgogliosi perché ha un grandissimo significato per la nostra città e ne influenzerà positivamente l'economia e lo sviluppo dei prossimi anni.

L'area interessata dal progetto è una grande porzione dell'intera area industriale, per 183.570 mq di superficie fondiaria. Di quella superficie attualmente il 20% è libera (permeabile) mentre il resto è occupato in parti pressoché uguali da edifici o parcheggi (suolo non permeabile).

Tutti gli edifici esistenti risultano obsoleti e non in grado di soddisfare i requisiti normativi vigenti, in particolare in merito al rischio sismico e al contenimento dei consumi energetici, rendendo non fattibile il loro consolidamento e riqualificazione energetica, oltre a non avere le caratteristiche architettoniche e strutturali necessarie nei moderni impianti produttivi.

Si provvederà ad una loro integrale ristrutturazione, mediante demolizione e ricostruzione con adozione di soluzioni costruttive e tecnologiche aggiornate e adeguate ad ospitare i nuovi impianti produttivi e tecnologici.

L'intervento viene proposto come rigenerazione urbanistica ai sensi dell'art. 11 comma 5 della Legge urbanistica regionale n. 12/2005 per i seguenti punti:

• alla lettera b) - aumento della sicurezza delle costruzioni relativamente al rischio sismico e riduzione della vulnerabilità rispetto alle esondazioni e

• alla lettera d) - rispetto del principio di invarianza idraulica e idrologica, gestione sostenibile delle acque meteoriche, risparmio idrico, conseguimento del drenaggio urbano sostenibile.

Il nuovo PGT include l'area di intervento nel tessuto urbano consolidato, come tessuto prevalentemente non residenziale con i seguenti parametri urbanistici:

· Indice di edificabilità fondiaria IF pari a 0,6 mq/mq della Superficie fondiaria SF

· Indice di copertura IC = 0,5 mq/q rispetto alla superficie fondiaria SF

· Altezza urbanistica AU massima fino a 4 piani

· Superficie permeabile SP pari al 50% della superficie fondiaria SF.

L'intervento prevede di sviluppare una Slp pari a 82.140 mq, inferiore alla Slp esistente (pari a 105.040 mq) ed inferiore anche alla Slp massima consentita dal PGT (pari a 110.142 mq). La Superficie Coperta complessiva sarà pari a 76.505 mq, inferiore alla Sc massima di PGT, pari a 91.785 mq. Il progetto prevede anche nuove aree a verde permeabile - che producono nell'insieme una superficie permeabile di progetto pari a circa il 34% della superficie fondiaria, ben maggiore della superficie permeabile esistente (attualmente il 20% della Sf). Nonostante questo importante miglioramento, l'intervento non riesce comunque a rientrare nel parametro dell'indice SP minimo (50% della superficie fondiaria) previsto dal PGT. Il Consiglio Comunale viene quindi chiamato a riconoscere l'applicazione della legge regionale che, inquadrando l'intervento come rigenerazione urbanistica, prevede la deroga ai parametri numerici del PGT.

Si tratta quindi di un intervento coordinato tra il nuovo piano di governo del territorio e la legge urbanistica regionale vigente, che consente al Consiglio Comunale di valutare i casi specifici in cui gli interventi si configurano come rigenerazione urbanistica e quindi meritevoli di applicazione delle deroghe. In questo caso, oltre alla reindustrializzazione di un'area potenzialmente a rischio degrado, che porterà vantaggi a tutta la comunità, siamo di fronte ad un progetto particolarmente valido dal punto di vista dell'attenzione alla sostenibilità ambientale, che migliora nettamente le condizioni di permeabilità e invarianza idraulica dell'area.

La scelta di Vimercate per questo importante investimento è stata possibile proprio grazie al fatto che l'area, definita tessuto urbano consolidato essendo già un polo industriale, non richiede ulteriori procedure o complesse autorizzazioni. Con la deroga del Consiglio Comunale sarà quindi possibile procedere, con il completamento della documentazione tecnica, al rilascio del permesso di costruire.

L'impianto svilupperà dei magazzini interni verticali per minimizzare l'impatto al suolo e ottimizzare i processi produttivi. Si tratterà di corpi alti circa 39 mt, ovvero come una torre civile di 13 piani.

Con orgoglio questa delibera viene approvata con i soli voti della maggioranza. Siamo convinti che il voto di astensione delle minoranze sia solo dovuto alla loro incapacità di riconoscere la bontà del nuovo PGT, che ha permesso la ripartenza di tanti cantieri bloccati da anni dal precedente strumento urbanistico (come villa Gargantini Piatti, via Vittorio Emanuele).

Il punto viene approvato con i soli voti della maggioranza. I consiglieri di minoranza si astengono.


APPROVAZIONE PIANO DI AGGIORNAMENTO ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE E DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE


Il piano di zonizzazione acustica era stato adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 22 marzo 2021. Nel periodo previsto per la pubblicazione, A.R.P.A. Lombardia ha trasmesso il 7 maggio 2021 il proprio parere tecnico proponendo 3 osservazioni che richiedono la ri-esecuzione di alcune misurazioni, lo studio di protezioni acustiche per gli edifici scolastici e la precisazione di alcune norme tecniche.

Le osservazioni sono state accolte (una parzialmente) e il piano è stato approvato dal Consiglio Comunale.

Post in evidenza
Post recenti